Stagione a dir poco disastrosa quella del Pescara. Dal sogno Serie A, ai proclami di playoff obiettivo minimo, si è passati al pensare di salvarsi il prima possibile. Cambia la guida tecnica, ma il Pescara resta lo stesso di sempre. Squadra spenta, senza grinta e mordente in balia degli avversari. Eppure, l'avvento di Legrottaglie era stato positivo. Ma forse è stata la classica scossa durata un paio di partite e niente di più. Il Pescara è ripiombato nelle tenebre e non sembra più capace di uscirne.

Di certo, alla base del fallimento non c'è solo la guida tecnica, prima Zauri e poi Legrottaglie le cui colpe sono marginali. C'è invece un mercato sbagliato in tutte le sue componenti. La rosa del Pescara è stata sopravvalutata dal primo giorno di lavoro. Basta poi pensare a quanto si è fatto a gennaio. Sono arrivati tre giocatori, uno si è subito fatto male, l'altro è stato espulso dalla panchina ed infine Clemenza è stato l'unico a salvarsi. Entrato tardi nel secondo tempo di Crotone, ha fatto bene e dato un segnale importante a Legrottaglie, Clemenza deve giocare.

Per il resto tutto da dimenticare. Dietro si balla e davanti si fa una fatica enorme. Come se non bastasse, l'esordio assurdo di Bojinov rischia di compromettere già la sua avventura a Pescara e la fiducia che i tifosi riponevano nel bulgaro. Farsi espellere in quel modo dalla panchina è un segnale molto negativo. Colui che doveva dare una mano al Pescara resterà fuori almeno due partite creando non pochi problemi alla squadra. Poteva essere un'arma in più per Legrottaglie, ora si sta rivelando l'opposto.

Insomma, niente funziona, dalla gestione della squadra, ai comportamenti fino al mercato che probabilmente è stato l'inizio della stagione fallimentare del Pescara che ora deve pensare solo a salvarsi, è questo l'obiettivo principale da raggiungere il prima possibile, cambiando atteggiamento in campo e giocando con grinta e detetrminazione, cose a questo Pescara al momento sconosciute. 

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 25 Febbraio 2020 alle 08:42
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print