Balzano: "Troppo presto per giudicare, critiche esagerate"

28.08.2019 17:04 di Redazione TuttoPescaraCalcio Twitter:    Vedi letture
Balzano: "Troppo presto per giudicare, critiche esagerate"

Antonio Balzano ha parlato ai microfoni di Rete 8 commentando il momento del Pescara dopo il ko contro la Salernitana e proiettandosi verso il prossimo impegno: "Dal campo il problema è sembrato che sono mancati i meccanismi che non sono stabili e completi. Bravi loro a metterci in difficoltà a livello tattico, noi non siamo riusciti a trovare la contromossa, anche se quando abbiamo segnato noi li abbiamo messi un pò in difficoltà. Non siamo andati bene ma qualcosa di positivo c'è stata. Bisogna capire che in certi momenti bisogna tenere il controllo, invece abbiamo preso il secondo gol e tutto si è complicato. Le basi per fare bene ci sono, il gruppo è importante essendo rimasti tanti giocatori dello scorso anno, quindi perfezionando il gioco del mister che è molto propositivo si può fare una grande campionato. Possiamo giocare il calcio di Zauri, da parte nostra è anche divertente giocare avendo il possesso palla, abbiamo le qualità per gestirla, dobbiamo solo perfezionarci. Le critiche? Per me sono troppe per essere la prima giornata. Sento parlare tanto, non leggo i giornali ma basta girare un pò e senti parlare la gente di alcune cose folli. Noi dobbiamo far cambiare opinione subito, dev'essere un anno sereno, bisogna divertirsi e lavorare con grande serenità, lo merita il mister e noi dopo quello che è successo l'anno scorso. Squadra troppo vecchia? No, ci sono diversi giovani. Abbiamo giocato solo una partita, non si può giudicare nulla. Il mercato è ancora aperto e forse arriverà qualcuno. E' troppo presto anche per capire dove possiamo arrivare. Sicuramente con qualità e umiltà possiamo divertirci. Il Pordenone? Il campionato di B è difficilissimo, le neo promosse non sfigurano mai. Sarà una partita non facile, ma vengono qui e noi abbiamo bisogno di dimostrare che non siamo quelli visti a Salerno ma quelli visti a Empoli. I problemi ora sono chiari, manca tempo alla fine del mercato chi di dovere si accorge se manca qualcosa. Dispiace ma dobbiamo lavorare con serenità altrimenti diventa tutto difficile".