Pescara - Salernitana: le pagelle, Bettella fantastico, Memushaj non pervenuto

11.05.2019 18:00 di Giacomo D'Intino   Vedi letture

FIORILLO: 6

Poco impegnato dalla squadra avversaria, risponde presente quando viene chiamato in causa.

 

BALZANO: 6

Buona prova sia sulla fascia destra sia su quella sinistra. Solita prova di sostanza e carattere.

 

BETTELLA: 7,5

Il gol è solo la ciliegina sulla torta di una partita perfetta. Sembra un veterano contro un’avversario scomodo come Djuric. Grande personalità e tanto talento.

 

SCOGNAMIGLIO: 6

La prestazione del suo collega fa passare in secondo piano la sua gara ordinata e senza sbavature.

 

PINTO: 5,5

Mezzo voto in più per gli spunti offensivi del primo tempo. La sua partita difensiva però è insufficiente con tanti errori e distrazioni. (Dal 85’ CIOFANI: 6,5 Trova la gioia del gol con la maglia biancazzurra nell’ultima giornata di campionato e mette il sigillo sul match.)

 

MEMUSHAJ: 5

Probabilmente con la testa era ancora al matrimonio perché oggi non ne azzecca una.

 

BRUGMAN: 5

Partita insufficiente per il fantasista uruguaiano, distratto e lento, a tratti quasi svogliato. Speriamo che abbia conservato le energie per i playoff.

 

CRECCO: 5

Anche per lui, come per i suoi due compagni di reparto, una brutta partita. Fortunatamente la Salernitana non crea molti problemi. (Dal 63’ BRUNO: 5,5 Entra per dare ordine ed una mano in fase difensiva. La cosa gli riesce a fasi alterne.)

 

MARRAS: 5,5

Campionato chiuso in calo per l’ala destra del Delfino. Oggi poteva trovare il gol con un buon anticipo ma Micai gli ha negato questa gioia. (Dal 79’ ANTONUCCI: s.v.)

 

MANCUSO: 5,5

Corre tanto e cerca di essere pericoloso ma non riesce a sfondare. Nel primo tempo ha una grande occasione ma la sciupa passando la palla al portiere avversario.

 

SOTTIL: 6,5

Il Pescara visto oggi è stato trascinato dall’entusiasmo dei più giovani in campo. Quando parte palla al piede è imprendibile. Oggi gli è mancato solo il gol.

 

PILLON: 6

In una partita delicata ripone la sua fiducia in Pinto e Bettella, in primo non la ripaga, il secondo decisamente si. La sua squadra con il minimo sforzo ottiene il massimo risultato.