Disfatta Pescara. Spezia-Pescara 4-0. Le pagelle dei biancazzurri. Nessuna sufficienza.

25.11.2017 18:25 di Simone d'Annibale  articolo letto 452 volte
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
Disfatta Pescara. Spezia-Pescara 4-0. Le pagelle dei biancazzurri. Nessuna sufficienza.

Fiorillo 4: I numeri parlano chiaro. 4 goal subiti e solo 3 parate di cui solo una “importante”.

Crescenzi 5: Il “migliore” nella disfatta. Si impegna come sempre ma non basta.

Coda 5: Fin quando c’è lui la difesa sembra reggere abbastanza bene. Dopo la sua uscita dal campo la difesa balla e non convince. Dal 34’ Fornasier 4,5: Entra e la difesa sembra non reggere più. Male.

Perrotta 4,5: Nel disastro generale non si salva nemmeno lui.

Mazzotta 4: Solo un paio di cross decenti non sfruttati dagli attaccanti. Per il resto prova insufficiente.

Carraro 4,5: Un regista dovrebbe dare ordine in mezzo al campo. Oggi tutt’altro che preciso e ordinato. Perde palloni pericolosissimi.

Palazzi 5: Il più “ordinato” a centrocampo ma non può giocare da solo a centrocampo. Esce per infortunio anche lui. Dal 42’ Coulibaly 4,5: Si conferma un giocatore mediocre. Deve crescere ancora parecchio. Più pasticci che cose buone.

Brugman 4: Irriconoscibile. Non combina praticamente nulla. Solamente uno spunto interessante. Per un giocatore della sua classe è davvero poco.

Mancuso 4: Chi l’ha visto?? D’altronde con un centrocampo impreciso non ci si può sicuramente aspettare palloni giocabili per gli attaccanti.

Pettinari 4: Ingabbiato nella morsa della difesa. Non riesce mai a divincolarsi dalle marcature strette e le poche volte che ci riesce finisce per perdere palla.

Capone 4: Anche lui oggi non si è visto praticamente mai. Non riesce mai a saltare l’uomo e finisce per disputare una partita insufficiente.

Zeman 4: Non è il Pescara che tutti vorrebbero vedere e soprattutto non è il suo Pescara. Spento, in balia dell’avversario e gravi errori in fase di impostazione. Centrocampo praticamente inesistente che quindi ha costretto la difesa a una costante pressione dello Spezia. Il risultato è una sonora sconfitta 4-0 che deve assolutamente far riflettere. Lo stesso Zeman dovrà analizzare la partita e trovare i difetti della squadra nella partita di oggi. Prestazione deludente e da non ripetere mai più. Da dimenticare assolutamente. Testa subito alla prossima sfida contro la Ternana all’Adriatico.