Pescara-Lecce 4-2: Del Sole riporta i biancoazzurri in testa

Gli uomini di Pillon, avanti 2-0 con le reti di Mancuso e Gravillon, si fanno rimontare dai giallorossi con Palombi e Tabanelli. Nel finale le reti del baby che lanciano gli abruzzesi al comando.
05.11.2018 23:29 di Redazione TuttoPescaraCalcio Twitter:   articolo letto 84 volte
Fonte: Gazzetta.it
Pescara-Lecce 4-2: Del Sole riporta i biancoazzurri in testa

Controsorpasso avvenuto. Dopo la vittoria del Palermo sul Crotone, sabato pomeriggio, il Pescara era chiamato al successo nel posticipo dell’11ª giornata di Serie B. Così avviene allo stadio Adriatico, anche se i biancoazzurri hanno ragione del Lecce solamente nel finale, dopo una gara piena di gol ed emozioni. Determinante Ferdinando Del Sole, inserito da Pillon nella ripresa e diventato protagonista con una doppietta tra l’89’ ed il 96’. Ora gli abruzzesi comandano con un punto sul Palermo e tre sul Verona. I giallorossi di Liverani sprofondano al settimo posto.

LA PARTITA — Pillon chiede intensità e velocità fin da subito. I suoi ragazzi lo accontentano esercitando un pressing alto, quando non sono in possesso di palla, e prendendo di infilata gli avversari. Al 3’ Memushaj sguscia sulla destra e pennella un cross perfetto per la testa di Mancuso che trova il vantaggio abruzzese. Nonostante la reazione del Lecce, al 22’ arriva il raddoppio del Pescara: Gravillon si inserisce e colpisce al volo sugli sviluppi del calcio d’angolo trovando il 2-0. La partita si incattivisce e fioccano i cartellini, ben 3 nei 45 minuti iniziali. Sul finire del primo tempo, il Lecce riapre la gara: Fiorillo stoppa La Mantia, ma non può nulla sulla respinta di Palombi. La reazione degli ospiti continua nella ripresa con la traversa dello stesso La Mantia. L’espulsione per somma di ammonizioni di Calderoni sembra frenare i giallorossi, che però trovano un pareggio incredibile con il colpo di testa di Tabanelli al 67’. I padroni di casa si scuotono ed assediano l’area avversaria. Gli uomini di Liverani restano in 9 quando Meccariello viene espulso e si arrocca in difesa. Il fortino leccese regge fino all’89’ quando il mancino di Del Sole si infila all’incrocio dei pali. È il gol della vittoria, suggellata dallo stesso biancoazzurro con un contropiede vincente in pieno recupero per il 4-2 finale.