Diciassette giocatori con la valigia pronta. Altri sette in bilico, con un altro anno di contratto davanti. Il Pescara si prepara alla rifondazione. La stagione è sospesa e non è ancora certo se potrà riprendere o meno. Alla sua scadenza naturale, però, il prossimo 30 giugno, il Pescara dovrà dare il via ad un profondo rinnovamento della rosa. Un lavoro importante, quello che attende la società la prossima estate, ma anche una grande occasione per puntare a nuovi talenti e nuove opportunità per rilanciare il Delfino seguendo la sua tradizionale vocazione per la valorizzazione di giovani rampanti, provenienti dai grandi club, ma anche in parte dal vivaio. Questi i senatori che a fine stagione chiuderanno il loro contratto con la società biancazzurra: Farelli, Campagnaro, Diallo, Del Grosso, Bruno, Forte, Maniero e Bojinov. Difficile che qualcuno tra quelli in lista possa rinnovare per le prossime stagioni. Campagnaro, ad esempio, ha già comunicato che chiuderà la sua lunga carriera, considerando che a giugno compirà 40 anni. Certi anche gli addii dei nove calciatori in prestito secco: Alastra (Parma), Bettella (Atalanta), Palmiero (Napoli), Melegoni (Atalanta), Kastanos (Juventus), Clemenza (Juventus), Pucciarelli (Chievo), Tumminello (Atalanta), Pavone (Parma). Tra loro, forse Clemenza potrebbe diventare obiettivo del club e potrebbe essere anche rilevato a titolo definitivo dalla Juventus: dipenderà dal finale di stagione del trequartista.

Sezione: News / Data: Lun 23 Marzo 2020 alle 16:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print