I due scontri diretti in trasferta contro Cremonese e Venezia (entrambi pareggi all’andata nelle gare casalinghe), saranno snodi cruciali della stagione, soprattutto se il margine di vantaggio attuale (+4 dai veneti, +6 dai lombardi) si dovesse assottigliare. Nel mezzo, ovviamente, ci sono anche altre tre pericolanti – Juve Stabia, Ascoli e Pisa – che potrebbero fare fatica se non riuscissero a battere il Delfino negli scontri diretti che stanno per arrivare (la prossima in casa sarà proprio il derby contro i marchigiani, domenica 1° marzo). I biancazzurri, comunque, per il momento hanno già conquistato 9 vittorie e 5 pareggi (perdendo però ben 10 partite) e potrebbero mettersi al riparo da brutte sorprese anche in anticipo, se riuscissero a mettere insieme qualche vittoria preziosa nel tour de force appena iniziato, che porterà alla sosta di fine marzo (sei partite in un mese, quattro fuori e due in casa). Dopo Crotone e Ascoli, infatti, ci sarà il turno infrasettimanale in trasferta a La Spezia, poi un’altra partita proibitiva lontano da casa domenica 8 marzo a Benevento, prima di tornare in casa sabato 14 marzo contro la Juve Stabia e andare sul campo del Pisa sabato 21marzo.

Sezione: News / Data: Mer 19 Febbraio 2020 alle 16:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print