Pescara-Cittadella: Partita chiave per dare continuità di risultati

 di Simone d'Annibale  articolo letto 498 volte
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
Pescara-Cittadella: Partita chiave per dare continuità di risultati

Domenica allo stadio Adriatico arriverà a far visita al Pescara il Cittadella dell’ex biancazzurro Lucas Chiaretti. Meteora con la maglia del Pescara e nessuna presenza in campionato tra le stagioni 2012/2013 e 2013/2014 a causa della mancanza di fiducia dai tecnici passati sulla panchina degli abruzzesi (Stroppa, Bergodi, Bucchi, Marino e Cosmi) e da numerosi infortuni che gli hanno tolto la possibilità di dare un contributo alla squadra. Dopo una breve parentesi nel Bragantino in Brasile è tornato in Italia due stagioni fa sposando la causa Cittadella e diventando un giocatore chiave dei veneti, contribuendo alla vittoria del campionato in Lega Pro e alla conquista dei play off nella scorsa stagione, mettendo a segno 7 reti in 37 presenze e confezionando anche parecchi assist per i suoi compagni. Dunque Bovo e compagni se Domenica vorranno ottenere un risultato positivo dovranno prestare molta attenzione al fantasista italo-brasiliano soprattutto alla sua velocità e ai suoi dribbling. Questa partita è fondamentale per entrambe le squadre che in classifica sono appaiate a 10 punti. Infatti chi vince potrebbe fare un bel balzo in avanti e potrebbe addirittura entrare nella zona “promozione diretta”. Il Pescara potrebbe seguito alle ultime partite dove è rimasto imbattuto per 5 gare, mentre il Cittadella potrebbe sfruttare questa trasferta per invertire la rotta delle partite fuori casa che storicamente sono indigeste ai Veneti. Gli Abruzzesi arrivano ad affrontare questa partita con la consapevolezza di una solidità difensiva mai vista finora: 0 le reti subite nelle ultime due partite che hanno fruttato 4 punti ai biancazzurri. Sull’altro piatto della bilancia c’è però un solo goal segnato; sicuramente non una caratteristica zemaniana. Conciliando la solidità difensiva delle ultime due gare (non è un caso che Bovo abbia giocato entrambe le partite dal 1’) con un gioco maggiormente offensivo e con i tipici fraseggi “stile Zeman”, il Pescara sicuramente potrà dire la sua in questo campionato di B molto equilibrato e finora senza una vera unica forza. Basti vedere il Frosinone che pur essendo squadra assodata da diverse stagioni segna tanto ma subisce anche altrettanto, il Palermo nonostante una solidità difensiva accertata non riesce a mandare in goal i suoi giocatori, il Perugia dopo un avvio di stagione col botto ha rimediato due sconfitte nelle ultime tre partite rallentando bruscamente la sua corsa. Dunque è arrivata la conferma che il campionato di B lo vince chi ha maggior continuità di risultati e Pescara-Cittadella è sicuramente un bivio importantissimo verso questa continuità e verso le zone nobili della classifica. Vedremo chi la spunta e che vinca il migliore!!