Pescara - Spezia, le pagelle: gira bene tutta la squadra. Fiorillo strepitoso, Memushaj ispirato

03.03.2019 18:45 di Giacomo D'Intino   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Pescara - Spezia, le pagelle: gira bene tutta la squadra. Fiorillo strepitoso, Memushaj ispirato

FIORILLO: 7

Puntuale in ogni intervento, sfodera la parata dell’anno su Okereke. Anche in questa occasione mantiene inviolata la sua porta.

 

GRAVILLON: 6

Fa una gara attenta in quello che non è il suo ruolo, ogni tanto si fa vedere anche in avanti.

 

SCOGNAMIGLIO: 6,5

I palloni in area sono tutti suoi. Sfiora anche il gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

 

CAMPAGNARO: 6,5

Non viene condizionato del giallo dubbio rimediato a inizio gara. Al momento della sostituzione l’intero stadio urla il suo nome. (Dal 66’ PERROTTA: 6 Entra a risultato acquisito e non fatica più di tanto.)

 

CIOFANI: 6

Presidia senza problemi la sua fascia di competenza. Ha il merito di provocare l’espulsione di Da Cruz.

 

CRECCO: 6,5

Mette il sigillo sul match incornando in porta il corner battuto da Memushaj. Prova ampiamente sufficiente.

 

BRUNO: 6,5

Non è Brugman e si vede ma non fa rimpiangere il centrocampista uruguaiano. Recupera un gran numero di palloni. (Dal 74’ MELEGONI: s.v.)

 

MEMUSHAJ: 7

Tiene su il centrocampo orfano di Brugman e confeziona entrambi gli assist per i gol biancazzurri.

 

MARRAS: 6,5

È instancabile. Suo il cross che porterà al vantaggio del Pescara. Cerca più volte il primo gol che continua a non arrivare, peccando un po’ di un comprensibile egoismo.

 

MONACHELLO: 6

Battaglia con la difesa spezzina e prova qualche incursione personale. Sfiora il gol del tris con un bel sinistro a giro.

 

MANCUSO: 6,5

Anche oggi mette la sua firma sulla partita con un gol da distanza ravvicinata. È un pericolo costante per le difese avversarie ma oggi sbaglia qualche appoggio di troppo. (Dal 82’ DEL SOLE: s.v.)

 

PILLON: 6,5

La sua squadra ha avuto sempre i mano le redini del gioco soffrendo solamente gli attacchi disperati negli ultimi minuti della partita di uno Spezia non brillante.